Clima acustico

SACBO, pur non avendo le competenze per intervenire direttamente sulle fonti del rumore aeroportuale, partecipa attivamente alle iniziative di confronto con gli Enti Territoriali mirati all’individuazione degli interventi migliori in termini di costi / benefici per migliorare il clima acustico nell’intorno aeroportuale.

In particolare, SACBO:

  • Gestisce il sistema di monitoraggio delle emissioni sonore prodotte dall’aeroporto di Bergamo - Orio al Serio ed assicura la trasparenza di informazione sui dati acustici, mettendoli a disposizione del pubblico in un bollettino mensile dedicato;
  • Ha provveduto alla redazione del Piano d'Azione 2013 ai sensi del D. Lgs. n. 194;
  • Pubblica con tempestività l’elenco dei decolli notturni per pista autorizzati in accordo con quanto pubblicato in AIP Italia riguardo le Noise Abatement Procedures.

Monitoraggio del rumore

SACBO, come previsto dalla normativa vigente, nel giugno 2004 ha acquisito dalla Provincia di Bergamo la gestione dell'intero Sistema di Acquisizione del Rumore Aeroportuale, idoneo a monitorare l'inquinamento acustico prodotto dall'attività aeroportuale sulle aree limitrofe. Il sistema integra diverse tipologie di informazioni come le tracce radar, i livelli di rumore, i dati atmosferici e l'archivio voli, per identificare le fonti di rumore e valutare la loro influenza sulle aree circostanti. Il sistema di monitoraggio del rumore sul territorio circostante l'aeroporto è strutturato nel seguente modo:

Le otto stazioni di rilevamento di tipo fisso sono state posizionate tenendo conto delle rotte di avvicinamento ed allontanamento dall'Aeroporto nelle due direzioni di utilizzo della pista: pista 10 - verso est e pista 28 - verso ovest.

Dato il ruolo di rilievo riferito alla rete di monitoraggio del rumore aeroportuale, gestita e finanziata da SACBO, per la sua funzione di controllo della situazione esistente e di verifica “diretta” di quanto intrapreso nelle scelte strategiche mirate al contenimento dell’impatto acustico, si ritiene utile fornirne una più completa descrizione.

Delle postazioni di misura microfoniche ereditate dalla Provincia di Bergamo nel 2004, con la gestione di SACBO, la rete di monitoraggio del rumore aeroportuale vede, ad oggi, la seguente struttura:

  • Bagnatica – Via delle Groane
  • Orio al Serio – Via XXV Aprile
  • Bergamo – Via Linneo
  • Bergamo – Via Quasimodo
  • Bergamo – Via Canovine
  • Seriate – Via Basse, Cassinone
  • Grassobbio - Viale Lombardia
  • Azzano S.Paolo - via XXIV Maggio

Tali cabine, operative 24 ore su 24 e per 7 giorni su 7, sono affiancate da altre due stazioni di tipo mobile, con le quali SACBO esegue campagne di misura di breve periodo (due settimane/un mese) sia per le verifiche di siti ove è prevista l’installazione di postazioni stabili, sia per caratterizzare porzioni di territorio non coperte dalle postazioni fisse.

I dati ricavati dalle suddette stazioni sono analizzati e validati con cadenza mensile da un tecnico competente in acustica ambientale, come prescritto dalla Legge quadro sull’inquinamento acustico n. 447/95 e sono diffusi  al pubblico tramite bollettino elettronico in internet. ARPA Lombardia verifica periodicamente la conformità alla normativa regionale e nazionale vigente in materia.


Piano d’Azione

Ai sensi del D. Lgs. n. 194/2005, SACBO S.p.A. ha provveduto alla redazione del Piano d'Azione 2013. Il Piano d'Azione nella sua totalità è consultabile presso gli uffici SACBO. 

Alla luce dell'annullamento della Zonizzazione Aeroportuale, definita il 22/11/2010 dalla Commissione Aeroportuale di Orio al Serio ex. art. 5 del DM 31/10/97, stabilito dal TAR Brescia con sentenza 20130068 del 15/07/2013, si ritiene di prorogare di ulteriori 45 giorni il termine di presentazione degli eventuali commenti alla nuova versione della Sintesi Non Tecnica, che possono essere trasmessi entro il 02/09/2013, compilando il presente modulo.


Decolli notturni per pista 28

Le Noise Abatement Procedures

Presso l'Aeroporto di Bergamo Orio al Serio sono in vigore le cosiddette Noise Abatement Procedures, che regolano le procedure di tutti gli aeromobili in partenza e in atterraggio, con l’obiettivo di minimizzare l’impatto acustico sugli abitati circostanti il sedime aeroportuale, confermando le limitazioni già in essere relative alla fascia notturna 23-06, salvo operazioni autorizzate per condizioni meteorologiche avverse, particolari condizioni di traffico aereo o ragioni di sicurezza operativa.
La presenza di queste disposizioni consente ad ENAC di sanzionare i vettori aerei a seguito di comprovata inosservanza delle norme.

Vengono di seguito riportati i decolli autorizzati in accordo con quanto pubblicato in AIP Italia riguardo le Noise Abatement Procedures, dal mese di Gennaio 2018:

  • Si segnala che a causa di eventi meteorologici avversi, secondo quanto pubblicato in AIP Italia riguardo le Noise Abatement Procedures, sono stati autorizzati i decolli per Pista 28 di seguito specificati:

volo BCS131 decollo ore 23:33 locali del 15/01/2018;
volo BCS361 decollo ore 23:58 locali del 15/01/2018;
volo BCS390 decollo ore 00:05 locali del 16/01/2018;
volo BCS307 decollo ore 00:07 locali del 16/01/2018;
volo BCS7331 decollo ore 00:13 locali del 16/01/2018;
volo BCS133 decollo ore 00:16 locali del 16/01/2018;
volo BCS322 decollo ore 03:20 locali del 16/01/2018;
volo MAC456 decollo ore 03:19 locali del 16/01/2018;
volo AUI316 decollo ore 05:04 locali del 16/01/2018;
volo S66401 decollo ore 23:05 locali del 16/01/2018;
volo FR3898 decollo ore 23:13 locali del 16/01/2018;
volo QY131 decollo ore 23:31 locali del 16/01/2018;
volo QY361 decollo ore 23:55 locali del 16/01/2018;
volo QY390 decollo ore 00:04 locali del 17/01/2018;
volo QY7331 decollo ore 00:10 locali del 17/01/2018;
volo D0307 decollo ore 00:24 locali del 17/01/2018;
volo QY133 decollo ore 00:28 locali del 17/01/2018;
volo PS316 decollo ore 04:47 locali del 17/01/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:42 locali del 17/01/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:31 locali del 30/01/2018;
volo FR3898 decollo ore 23:42 locali del 30/01/2018;
volo BCS361 decollo ore 23:56 locali del 30/01/2018;
volo  BCS390 decollo ore 00:02 locali del 31/01/2018;
volo BCS361 decollo ore 00:05 locali del 31/01/2018;
volo BCS733 decollo ore 00:08 locali del 31/01/2018;
volo BCS133 decollo ore 00:17 locali del 31/01/2018;
volo BCS322 decollo ore 01:56 locali del 31/01/2018;
volo AUI316 decollo ore 04:48 locali del 31/01/2018;
volo QY131 decollo ore 23:38 locali del 31/01/2018;
volo QY832 decollo ore 23:54 locali del 31/01/2018;
volo QY390 decollo ore 00:01 locali del 01/02/2018;
volo QY361 decollo ore 00:08 locali del 01/02/2018;
volo QY7331 decollo ore 00:13 locali del 01/02/2018;
volo QY133 decollo ore 00:15 locali del 01/02/2018;
volo W3725A decollo ore 00:58 locali del 01/02/2018;
volo QY322 decollo ore 02:08 locali del 01/02/2018;
volo PS316 decollo ore 04:56 locali del 01/02/2018;
volo AUI316 decollo ore 04:50 locali del 02/02/2018;
volo AUI316 decollo ore 04:59 locali del 23/02/2018;
volo FR4733 decollo ore 23:09 locali del 26/02/2018;
volo 3O456 decollo ore 03:22 locali del 27/02/2018;
volo SRR6401 decollo ore 23:12 locali del 01/03/2018;
volo RYR4525 decollo ore 23:04 locali del 01/03/2018;
volo WZZ2682 decollo ore 23:09 locali del 01/03/2018;
volo MAC458 decollo ore 23:12 locali del 01/03/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:37 locali del 01/03/2018;
volo DHX361 decollo ore 00:02 locali del 02/03/2018;
volo BCS7331 decollo ore 00:17 locali del 02/03/2018;
volo BCS390 decollo ore 00:20 locali del 02/03/2018;
volo BCS133 decollo ore 00:34 locali del 02/03/2018;
volo DHX307 decollo ore 00:41 locali del 02/03/2018;
volo BCS322 decollo ore 02:15 locali del 02/03/2018;
volo WZZ3752 decollo ore 23:15 locali del 02/03/2018;
volo WZZ6338 decollo ore 23:24 locali del 02/03/2018;
volo WZZ6367 decollo ore 23:38 locali del 02/03/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:55 locali del 02/03/2018;
volo BCS307 decollo ore 00:12 locali del 03/03/2018;
volo BCS361 decollo ore 00:21 locali del 03/03/2018;
volo BCS133 decollo ore 00:34 locali del 03/03/2018;
volo AUI316 decollo ore 04:59 locali del 04/03/2018;
volo PS316 decollo ore 04:57 locali del 05/03/2018;
volo BCS7804 decollo ore 03:46 locali del 12/03/2018;
volo BCS5706 decollo ore 05:09 locali del 12/03/2018;
volo AUI0316 decollo ore 05:12 locali del 12/03/2018;
volo BCS9614 decollo ore 05:20 locali del 12/03/2018;
volo SRR6498 decollo ore 05:22 locali del 12/03/2018;
volo SRR6401 decollo ore 23:32 locali del 20/03/2018;
volo BCS131 decollo ore 00:03 locali del 21/03/2018;
volo AUI316 decollo ore 04:38 locali del 30/03/2018.

  • Si segnala che a causa di congestione del traffico aereo generatasi sull'Area Terminale di Milano, onde evitare l'accumularsi di ulteriori ritardi nelle operazioni di decollo ed atterraggio e ridurre il disagio acustico causato dagli aeromobili sia in attesa a terra sia in volo, secondo quanto pubblicato in AIP Italia riguardo le Noise Abatement Procedures, sono stati autorizzati i decolli per Pista 28 di seguito specificati:

volo SRR6497 decollo ore 23:11 locali del 26/01/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:34 locali del 26/01/2018;
volo BCS307 decollo ore 00:02 locali del 27/01/2018;
volo BCS361 decollo ore 00:14 locali del 27/01/2018;
volo BCS133 decollo ore 00:24 locali del 27/01/2018;
volo PS316 decollo ore 04:53 locali del 27/01/2018;
volo RYR6366 decollo ore 23:04 locali del 02/02/2018;
volo RYR6366 decollo ore 23:04 locali del 04/02/2018;
volo BCS131 decollo ore 23:30 locali del 05/02/2018;
volo RYR6366 decollo ore 23:37 locali del 05/02/2018;
volo FR4845 decollo ore 23:38 locali del 23/02/2018;
volo RYR7748 decollo ore 23:23 locali del 27/02/2018;
volo RYR4845 decollo ore 23:29 locali del 27/02/2018;
volo 0B6812 decollo ore 00:40 locali del 19/03/2018;
volo W63136 decollo ore 02:20 locali del 19/03/2018;
volo BCS7804 decollo ore 03:21 locali del 19/03/2018;
volo SRR6401 decollo ore 23:10 locali del 19/03/2018;
volo SRR6497 decollo ore 23:07 locali del 24/03/2018;
volo FR6366 decollo ore 23:09 locali del 31/03/2018.