Gestione Ambientale

SACBO è in possesso fin dal 2008 della certificazione ambientale sulla base della normativa ISO 14001 a seguito dell’iter ispettivo condotto presso l’Aeroporto dall’Ente certificatore TUV. Un attestato di conformità che completa un percorso di costante attenzione all’ambiente e al territorio finalizzato a garantire la compatibilità delle attività aeronautiche nel quadro del piano di sviluppo dello scalo bergamasco.

Il processo di certificazione ha avuto inizio nel mese di settembre 2007 e ha richiesto procedure di gestione e controllo atte a riscontrare livelli di performance che, ai fini del rilascio dell’attestato, devono risultare superiori a quelli minimi previsti dalle normative vigenti in un’ottica di continuo miglioramento. La certificazione ambientale ISO14001 - che va ad affiancarsi a quella per la Qualità ISO9001 ottenuta da SACBO nel 2001 - pone l’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio al livello degli aeroporti più avanzati in campo europeo ed internazionale sul piano dei servizi, operativo ed infrastrutturale.

A fianco alla gestione e monitoraggio delle componenti rumore ed aria, SACBO gestisce anche tutti gli altri aspetti ambientali interessati dalle attività dell’aeroporto, quali:

  • Rifiuti: Considerando i quasi 14 milioni di passeggeri transitati nel 2019, l’aeroporto di Orio al Serio potrebbe essere paragonato ad un Comune di 35.000 abitanti che producono rifiuti da smaltire e per i quali la Società di gestione ha creato un Centro Raccolta Rifiuti differenziati dedicato all’interno del proprio sedime e gestito dal Comune di Orio al Serio. SACBO e gli altri operatori aeroportuali producono inoltre rifiuti speciali che sono smaltiti correttamente, non senza un grosso impegno ed attenzione, attraverso apposite procedure. L’aeroporto di Orio al Serio gestisce i rifiuti in modo da favorire il riciclo anziché lo smaltimento. All’intero ed all’esterno dell’aerostazione, nelle aeree amministrativa ed operativa vengono raccolti separatamente carta e cartone, plastica, vetro e lattine, nonché una frazione di rifiuti non differenziabili.
  • Acqua
  • Suolo
  • Campi elettromagnetici
  • Inquinamento luminoso: Il Piano della Luce Aeroportuale redatto da SACBO già dal 2006 ha introdotto la graduale la sostituzione dell’impianto luminoso dell’aeroporto utilizzando tecnologie e sistemi di illuminazione a basso impatto come prescritto dalla L.R. n. 17 del 27 marzo 2000.
  • Consumo di risorse
  • Ecosistema
  • Mobilità
  • Comunicazione col Territorio