28.03.19

CDA SACBO APPROVA BILANCIO DI ESERCIZIO 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Sacbo ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2018 che sarà sottoposto alla prossima assemblea degli azionisti.  

Il Gruppo conferma l’andamento positivo che caratterizza gli ultimi due decenni, elevando al nuovo massimo storico la quota annua dei ricavi e degli utili netti di poco superiori ai 23 milioni di Euro. Un resoconto che si accompagna a consistenti investimenti che nel 2018 hanno raggiunto quota i 31,5 milioni di Euro. Negli ultimi 5 esercizi il Gruppo ha investito oltre 170 milioni di Euro.

L’attività svolta dal Gruppo ha generato ricavi per 162,71 milioni, in crescita di 24,27 milioni rispetto all’esercizio precedente (+17,5 %) chiuso con ricavi per 138,44 milioni.

Nell’esaminare il bilancio di esercizio 2018, il presidente di Sacbo, Roberto Bruni, ha sottolineato il valore che la rendicontazione assume nell’ottica di garantire da un lato le risorse necessarie a sostenere gli investimenti previsti per l’adeguamento delle infrastrutture aeroportuali e di servizio, confermando l’impegno precedentemente assunto per interventi di mitigazione ambientale, e dall’altro la distribuzione agli azionisti di uguale quota di dividendo rispetto all’esercizio precedente. La continuità nella produzione di utili – ha aggiunto Bruni - va considerata frutto di una programmazione gestionale oculata, che ricava i benefici attesi dall’insieme dei servizi aeroportuali, pianificati per rispondere al meglio alle esigenze dell’utenza.

 

 

 

21.03.19

NUOVO COLLEGAMENTO TRA MILANO BERGAMO E LONDRA GATWICK OPERATO DA BRITISH AIRWAYS

British Airways ha annunciato l’apertura del collegamento tra Milano Bergamo e Londra Gatwick, attivo dal 1° settembre 2019 e operato tutti i giorni, eccetto il sabato, con un Airbus 320 da 177 posti. La vendita dei biglietti per volare sulla nuova rotta, a partire da oggi 21 marzo 2019, segna l’ingresso ufficiale di British Airways nel network dell’aeroporto di Milano Bergamo, che incrementa le possibilità di raggiungere Londra offrendo con lo scalo a Gatwick un ulteriore ventaglio di destinazioni internazionali e intercontinentali. L’annuncio ufficiale del nuovo volo per Londra Gatwick viene commentato da Giacomo Cattaneo, direttore aviation di SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Milano Bergamo: “Salutiamo con grande soddisfazione l’arrivo di British Airways all’Aeroporto di Milano Bergamo a partire dagli inizi del mese di settembre 2019. La presenza della maggiore compagnia aerea del Regno Unito è motivo di prestigio e assegna al nostro aeroporto un ruolo ancora più rilevante nel panorama del trasporto aereo. L’apertura del collegamento con l’aeroporto di Londra Gatwick consente di creare una direttrice di significativa importanza logistica con la vasta e importante area a sud della capitale, offrendo comode opportunità di volo ai passeggeri diretti nel Regno Unito, soprattutto nell’ampia fetta di popolazione concentrata a est di Milano, e ai residenti nella catchment area del secondo scalo britannico, distante soli 45 km da Londra e ottimamente servito per i trasferimenti via terra. Altro vantaggio deriva da orari e frequenze dei voli, opportunamente studiati per rispondere alle diverse esigenze dei viaggiatori”.

15.01.19

Collegamento BGY - SIGEP

Il servizio di Shuttle bus Bergamo Airport-SIGEP è attivo dal 18 al 23 gennaio 2019, con i seguenti orari di corse dall'Aeroporto:

Orari Partenze shuttle: 10.00-14.00-16.00-19.00

Per maggiori info cliccate qui oppure scaricate gli orari

 

04.09.18

TAX FREE, DAL 1° SETTEMBRE OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA

Dal 1° settembre 2018 è entrato in vigore l’obbligo di emissione della fattura elettronica per le vendite tax free ai viaggiatori residenti o domiciliati in Paesi extra UE. Chi vuole usufruire del rimborso/sgravio dell’IVA è pertanto invitato ad assicurarsi che il punto vendita emetta fattura elettronica.
Tutte le informazioni utili a questo link: https://www.adm.gov.it/portale/o.t.e.l.l.o.-2.0

13.07.18

DOCUMENTO UE SU RITARDI DEI VOLI NEI CIELI EUROPEI

Le preoccupazioni per i continui ritardi nel trasporto aereo nei cieli continentali, espresse nel mese di giugno da Assaeroporti in rappresentanza di tutti di scali nazionali e oggetto di una nota diffusa nei giorni scorsi da SACBO, in relazione alla situazione che grava sull’Aeroporto di Milano Bergamo per effetto di scioperi e contingenze di varia natura con origini sparse, sono state riprese dalla Commissione Europea per il Trasporti e il Turismo del Parlamento Europea, presieduta da Karima Delli, e dal commissario per i trasporti della Ue, Violeta Bulc.

In un documento congiunto, i due organismi della UE evidenziano come l’attuale sistema non riesca a gestire il volume di traffico aereo in continuo aumento e la necessità di provvedere a un aggiornamento dei meccanismi di pianificazione e controllo che fanno capo a Eurocontrol. 

Con 11 milioni di voli programmati – si legge nella nota del commissario europeo per i trasporti e della commissione per i trasporti del Parlamento Europeo - si prevede che il 2018 sarà l’anno con il maggior traffico aereo di sempre. Il problema dei ritardi, che coinvolge ogni giorno circa 50mila passeggeri negli aeroporti di tutta Europa, con slittamento in media di due ore della partenza dei voli, è destinato ad acuirsi con i picchi previsti nelle settimane delle vacanze estive, qualora non si intervenga con soluzioni efficaci che garantiscano il ritorno a livelli di puntualità accettabili. Ai disagi e costi aggiuntivi dovuti ai ritardi a carico di passeggeri e compagnie aeree, si aggiungono pesanti perdite operative per gli aeroporti.

Gli organismi per i trasporti della UE invitano i fornitori nazionali dei servizi di navigazione aerea a collaborare con Eurocontrol per arrivare rapidamente a una gestione più efficace della rete europea dei trasporti aerei.

Una posizione che conferma come abbia fondamento quanto espresso da SACBO fin dalla prime avvisaglie di un problema che si è progressivamente allargato finendo per incombere inevitabilmente sugli aeroporti a maggiore concentrazione di traffico sulle direttrici europee, fornendo una immagine distorta dei voli schedulati nelle ore notturne. Immagine che è la conseguenza diretta delle motivazioni sopra riportate, su cui SACBO non ha responsabilità né possibilità di intervento, come gli altri scali europei.